Razza

Vaccinazione dei cani: regole e termini

Senza false esagerazioni, la vaccinazione dei cani aiuta a contenere epidemie virali, preserva la salute di milioni di amici a quattro zampe e prolunga il periodo attivo della vita degli animali domestici. La vaccinazione è l'unico modo per proteggere un cane da malattie pericolose, non tutte sono curabili. Da quali malattie dovrebbero essere vaccinati tutti i cani? Quali regole di vaccinazione dovrebbe ricordare il proprietario?

Principio di funzionamento

I cani vengono vaccinati per creare una forte immunità a una particolare malattia. Con una probabilità del 90%, un cane vaccinato, di fronte a un virus contro il quale funzionano gli anticorpi attivi, non si ammalerà affatto. O con una probabilità del 10% di ammalarsi, ma soffrirà la malattia in una forma lieve e si riprenderà rapidamente. Sfortunatamente, la durata della vita degli anticorpi è limitata, quindi le vaccinazioni devono essere fatte regolarmente.

L'immunità forma anticorpi quando si confronta con un virus. Ma questo è un carico piuttosto grave sul corpo, quindi il vaccino "inganna" il sistema immunitario e non causa la malattia. Il vaccino non contiene il virus stesso. In un liquido, solo i frammenti di esso sono sufficienti per riconoscere un ceppo - un guscio, un virus morto indebolito in uno stato inattivo e simili. Anche la vaccinazione contro la rabbia nei cani - una malattia formidabile e sempre fatale - non è pericolosa. Dopo la vaccinazione, l'animale non si ammalerà, è semplicemente impossibile.

I nemici principali sono:

Questi sono i virus dai quali è consigliabile vaccinare il cane regolarmente. Obbligatorio: peste, rabbia, enterite virale, parainfluenza e adenovirus. I bambini sono vaccinati con i vaccini per l'infanzia all'età di sei settimane. Puoi saltare questo vaccino se i cuccioli nascono da una sana cagna immune e crescono in perfetta purezza senza contatto con vestiti / scarpe da strada, ecc.

Se trovi un cane, non correre a vaccinare. Forse, i trovatelli sono già stati vaccinati. Per scoprire se questo è il caso, donare il sangue per determinare il livello di anticorpi.

I primi cuccioli di vaccinazione per adulti fanno nel periodo da 8 a 12 settimane di età. Quindi ri-vaccinato (rivaccinazione) dopo 21 giorni. Il vaccino contro la rabbia viene somministrato una volta, con la rivaccinazione una volta all'anno (per ulteriori dettagli, consultare l'articolo a parte). La seconda vaccinazione per adulti viene eseguita dopo un cambio di denti, e quindi ogni anno. I cani adulti vengono vaccinati una volta all'anno, con intervalli uguali. Questa è una procedura rapida e quasi indolore, vaccini complessi - l'animale domestico non ha bisogno di sopportare un sacco di iniezioni.

Regole di vaccinazione

Per l'efficacia della vaccinazione dei cani, lo schema di vaccinazione non dovrebbe "fluttuare". Dall'adolescenza, è necessario regolare il programma in modo che la vaccinazione cada nel mezzo dell'estate o dell'inverno (a secco oa freddo - un minimo di virus per strada). Ricorda la data e prova a seguirla. Si noti che la vaccinazione non dovrebbe coincidere con il periodo di caccia nelle femmine.

Non è auspicabile vaccinare le donne incinte e le femmine appena nate. Le ragazze vengono vaccinate almeno un mese e mezzo prima dell'accoppiamento o un mese dopo la cessazione dell'allattamento. In alcuni casi, questa regola può essere violata, ma solo su consiglio di un medico.

Tre settimane prima e tre settimane dopo la vaccinazione, è necessario resistere alla quarantena: camminare solo in luoghi puliti, non sovraccaricare il cane, non comunicare con passeggini e animali domestici non familiari. Un'altra regola obbligatoria è la sverminazione 10 giorni prima della vaccinazione (kanikantel, milbemaks, drontal in peso). Di giorno X, l'animale domestico deve essere completamente sano, di buon umore e non stanco. Altrimenti, la vaccinazione annuale dei cani perde il suo significato - indebolita da malattie, stress o superlavoro, l'immunità semplicemente non reagisce al vaccino. ie infatti, il cane sarà vaccinato, ma l'immunità non si svilupperà.

Assicurarsi che il medico abbia correttamente compilato il passaporto veterinario. Su pagine dedicate dovrebbe essere una data, firma e timbro. Controlla le etichette.

A casa o in clinica?

Certo, a casa più conveniente. Soprattutto se l'animale fa un viaggio in macchina, incontro con estranei o visita alla clinica (a memoria antica). Tuttavia, la prima vaccinazione è meglio fatta in clinica, perché C'è sempre il rischio di una reazione eccessiva a una droga sconosciuta. In rari casi, si sviluppa uno shock anafilattico che richiede cure specialistiche immediate.

Se questo non è il primo vaccino, puoi vaccinare i cani a casa senza paura. Assicurati che il veterinario abbia trasportato il farmaco in un contenitore speciale. La vaccinazione a domicilio non cancella la corretta compilazione del passaporto veterinario! Il medico deve avere un sigillo con lui, altrimenti non sarà possibile viaggiare con il cane fuori dal paese o partecipare alla mostra.

Anche i cani adulti a volte reagiscono male alle vaccinazioni: si forma un nodulo nel sito di iniezione, l'animale domestico dorme tutto il giorno e non mangia bene e zoppica. Non c'è nulla di pericoloso in questi fenomeni. Ma la prossima volta ha senso sostituire il vaccino con un farmaco di un'altra azienda, soprattutto se i sintomi di indisposizione dopo la vaccinazione persistono per più di un giorno.

Che vaccini fanno i cani

La vaccinazione del cane è una procedura medica quando il materiale antigenico viene iniettato nel corpo dell'animale. Lo scopo di questa procedura è di sviluppare l'immunità necessaria per il cane come barriera contro molte malattie.

Tipi di vaccini

Prima di considerare la questione della vaccinazione, vale la pena sapere quali tipi di vaccini sono e in che modo possono differire tra loro. Quindi i vaccini sono divisi in:

  • monovalente, usato contro un tipo di virus, malattia;
  • polivalente - la cosiddetta vaccinazione completa, un comune, che è fatto da diverse malattie e virus contemporaneamente.

Inoltre, la composizione del vaccino stesso può essere creata utilizzando batteri vivi e virus, precedentemente attenuati in laboratorio, e dalla microflora patogenica già morta. La composizione di un vaccino creato da culture viventi è considerata la migliore - una tale droga forma un'immunità più forte in un cane, proteggendolo per un periodo di tempo più lungo.

Elenco dei vaccini più comuni

Il nome del vaccino non dirà all'uomo medio, ma il più delle volte i veterinari usano i seguenti farmaci:

  1. Asterion DHPPiL - un composto utilizzato per fornire all'animale una forte immunità contro la peste e il tipo di infezione adenovirale, la leptospirosi e la parainfluenza, l'enterite virale.
  2. Biovac - il più delle volte è usato come profilassi contro la peste e la natura infettiva dell'epatite, la leptosiperosi.
  3. Hexadog - composizione del vaccino a 6 valenze, utilizzata per vaccinare contro malattie come la peste e la leptospirosi, la rabbia e l'adenoviria, parvizorov.
  4. Hexacanivac: la composizione del vaccino usato per formare l'immunità contro la peste e la natura infettiva dell'epatite, della leptospirosi e dell'enterite da parvovirus.
  5. Multikan - il farmaco è di parecchie sottospecie, è usato per vaccinazioni di cani e la formazione di immunità contro tali malattie come i tipi di piaghe e adenovirali di infezioni, l'enterite.
  6. Nobivak è un vaccino di uso frequente che consente all'animale di diventare immune a resistere a malattie come la peste e la natura infettiva dell'epatite e l'enterite da infezione da parvovirus.

Elenco delle malattie da cui i cani sono vaccinati

Per quanto riguarda le vaccinazioni ai cani, gli animali vengono spesso vaccinati, creando l'immunità contro tali malattie:

  1. Rabbia - vaccinazione in questo caso, l'animale è richiesto, perché il cane può infettare una persona. La maggior parte finisce con la morte.
  2. L'enterite da parvovirus è una malattia contagiosa in cui si manifesta disidratazione, vomito e diarrea. Per un cucciolo, questa malattia può essere fatale.
  3. Piaga - l'infezione avviene attraverso goccioline trasportate dall'aria, è difficile da trattare e una grande percentuale di cani muore.
  4. Parainfluenza - colpisce il sistema respiratorio del cane, mostrando se stesso per la tosse e lo scarico dai passaggi nasali. La stessa patologia non è letale, ma può provocare gravi complicazioni in un animale sotto forma di polmonite.
  5. La leptospirosi - una patologia pericolosa, ha una forma grave del flusso, manifestandosi sotto forma di diarrea e attacchi di febbre, dolore nell'addome. Può anche interessare una persona - in questo caso è necessario mettere un vaccino.
  6. L'enterite da coronavirus - la natura virale di una malattia che si manifesta come debolezza generale e diarrea, può essere trasmessa agli esseri umani.

Le vaccinazioni di ogni cane malattia forniscono il proprio - in ogni caso, la data del vaccino prescritto dal medico, dopo un esame preliminare dell'animale. Molti vaccini con l'aiuto di vaccinazioni possono neutralizzare e formare un'immunità in un animale - se la vaccinazione viene eseguita correttamente, l'animale sarà sano, vivrà per molti anni, deliziando i suoi proprietari.

Regole di vaccinazione

Le vaccinazioni obbligatorie per i cani vengono effettuate in conformità con il programma di vaccinazione, vale la pena ricordare che vengono effettuate solo per un animale sano. Se il cane è malato per il periodo di vaccinazione, sembra lento, ha la febbre - dovrebbe essere posticipato ad un'altra data.

Primavera ed estate - il periodo di vaccinazione più favorevole, che consente di affrontare i mesi autunnali e invernali sfavorevoli, il cane sarà già formato immunità. Ma prima della vaccinazione, il cane deve essere allontanato dai vermi 2 settimane prima della data della vaccinazione. Allo stesso tempo, le vaccinazioni per i cani dovrebbero essere fatte in modo che il divario tra loro fosse di almeno 3 settimane.

Dopo la vaccinazione, si consiglia di tenere l'animale per 10-12 giorni in modalità di quarantena - non sovraccaricare con lunghe passeggiate e non fare il bagno, tenere al caldo in modo che il cane non raffreddi troppo e non si prenda freddo. Il vaccino deve avere una data di scadenza e deve essere effettuato da un veterinario, tenendo conto della quantità e del volume del dosaggio, delle date e dei periodi della sua attuazione.

Prima della vaccinazione, come osservato in precedenza, in relazione all'animale, viene effettuato il vermifugo e i peli del cane vengono trattati per parassiti - pulci e zecche. Vale anche la pena proteggere il più possibile il vostro animale dal contatto con animali estranei, specialmente se questi ultimi vivono per strada o vi si recano, così come con altre persone.

Schema di vaccinazione animale

Se hai acquistato un cucciolo in casa, dovresti sapere quando vaccinare, in quali date e con quali intervalli. Lo schema di vaccinazione prevede che la prima vaccinazione venga effettuata a 2 mesi di età con polivaccina: l'immunità si forma in un animale per 10-12 giorni, durante i quali non è necessario bagnare il cane e camminare, proteggerlo dall'ipotermia. Durante questo periodo, la temperatura può aumentare e c'è una debolezza generale - questa è una normale reazione del corpo. In modo che l'immunità formata possa stare nel cane per tutta la sua vita - all'età di 12 settimane effettuano la rivaccinazione, la rivaccinazione dell'animale, così come una vaccinazione contro la rabbia. Dopo 2 settimane, il cane è immune e l'animale può già essere facilmente camminato all'esterno.

Non è necessario vaccinare un animale durante un cambio dentario - se si decide di vaccinare un animale prima di questa data, il cane viene vaccinato a 10-12 settimane di età e la rivaccinazione ripetuta viene effettuata all'età di 14-16 settimane di età.

Il terzo vaccino viene effettuato dai veterinari, dopo un completo cambio di denti in un cane - il più delle volte è l'età di 6-7 mesi. Durante questo periodo, l'animale viene vaccinato contro la rabbia. È sufficiente ricordare che si tratta di uno schema di vaccinazione approssimativo per un cane - in ogni caso particolare, la data è determinata esclusivamente dal medico, tenendo conto dello stato dell'animale, del suo sviluppo e della sua formazione.

Nel corso dell'anno vengono somministrate anche vaccinazioni - la prima vaccinazione pianificata viene effettuata durante questo periodo. Inoltre - secondo il seguente schema:

  • vaccinazioni complete di cani adulti fino a 8 anni vengono somministrate annualmente per malattie come parvovirus, adenovirus, peste e leptospirosi, tre vaccinazioni antirabbiche;
  • dopo 8 anni, il cane riceve iniezioni di polivaccina e da una malattia come la rabbia ogni anno.

E, infine, vale la pena notare che il cane deve essere nuovamente vaccinato per una cagna non più tardi di un mese prima del suo accoppiamento previsto. E per il periodo di gestazione della prole - la vaccinazione è meglio rimandata fino alla nascita dei cuccioli, poiché l'introduzione di un vaccino può provocare la nascita di prole inferiore.

I cani hanno bisogno di vaccinazioni?

I veterinari in una sola voce dicono che sì - certe patologie e malattie da un cane possono essere trasmesse da un cane a una persona e possono essere fatali per lui essere pericolose. Quindi la peste può procedere senza sintomi pronunciati e in assenza di misure appropriate - i risultati possono essere letali. È anche pericoloso e una malattia come la rabbia - il virus è pericoloso sia per i cani che per gli umani, finendo in alcuni casi in assenza di misure operative fatali.

Dopo la vaccinazione

Dopo la vaccinazione con qualsiasi vaccino, l'immunità dell'animale sarà notevolmente indebolita - durante questo periodo di tempo, tutte le sue forze sono finalizzate a combattere i virus introdotti e la formazione di forze protettive. Questo accade fino a quando si forma un'immunità stabile - per questo periodo di tempo è utile proteggere il cane da possibili infezioni.

La cosa principale è rispettare, mantenendo il periodo di quarantena dopo la vaccinazione, che è di 2 settimane. E 'vietato fare il bagno a un animale e camminare, fornire condizioni confortevoli per mantenere e fornire una nutrizione migliorata, che faciliterà lo stato dell'animale domestico, forma la sua immunità.

Il costo dei cani da vaccinazione

In termini di quanto un vaccino costa per un cane - i prezzi possono variare da produttore, composizione domestica o importati, applicarlo da una malattia o da più di una volta. Inoltre, molto dipende da dove sei stato vaccinato - se lo stai facendo in una clinica veterinaria, essendo arrivato lì con il tuo animale domestico, o chiamando il medico a casa.

Quindi, se la vaccinazione viene effettuata con una droga domestica, come Biovac, Multakan, con una visita medica a casa, il costo della vaccinazione varia tra 1000 e 1100 rubli. Se, tuttavia, la vaccinazione viene effettuata utilizzando formulazioni importate, ad esempio, Vanguard viene introdotto, o Nobiwak, Dyuramun, Eurikan e il medico visita il cliente a casa - il costo della vaccinazione può variare da 1.400 a 1.500 rubli.

Quando una vaccinazione di un animale per rabbia o cimurro viene effettuata in una clinica, indipendentemente dal farmaco usato, il costo della vaccinazione sarà di 400-600 rubli in meno. In questo caso, i prezzi sopra indicati si basano sulla procedura di vaccinazione nella capitale, nelle regioni il costo di tali servizi veterinari è di un terzo inferiore. Tutte le vaccinazioni fatte nel passaporto veterinario, con la data e il nome del vaccino - il costo di registrazione di un certificato veterinario è di circa 150 rubli.

Cosa vale la pena conoscere del vaccino stesso?

Nel moderno mercato dei farmaci veterinari, viene presentata una grande varietà di composizioni, sia domestiche sia importate, che possono provenire da una sola malattia, ad es. monovaccine e contro più composizioni complesse.

Il vaccino stesso può essere vivo come è stato sviluppato da colture vere di batteri e microrganismi, precedentemente attenuati, così come virus disinfettati. Il vaccino con culture vive, ma indebolite è considerato il più efficace ed efficiente - è questo che forma un'immunità stabile, più forte, che agisce più a lungo.

Il costo del vaccino stesso dipende da quanti virus e batteri utilizza, dalla sua qualità e dal suo produttore. In ogni caso, quando si effettua una vaccinazione di routine, vale la pena guardare la durata della composizione e le condizioni in cui è conservato nella clinica veterinaria - un immagazzinamento improprio può causare la morte del cane dopo essere stato vaccinato con un vaccino di bassa qualità.

Quali vaccinazioni dovrebbe fare un cane ogni anno?

Quali vaccinazioni dovrebbe fare un cane ogni anno?

  • Vaccinazioni per cani - cuccioli di 2 mesi contro peste, epatite, enterite virale, infezioni da adenovirus - si ripetono con 7-30 giorni, a seconda del tipo di vaccino.
    Vaccinazioni per cani - cuccioli dopo un cambio di dente all'età di 7 - 8 mesi contro la peste, l'epatite, l'enterite virale, le infezioni adenovirali - più la leptospirosi. È meglio ripetere anche la vaccinazione.

    Vaccinazioni a cani all'età di 1 anno e poi annualmente una volta all'anno contro la peste, l'epatite, l'enterite, gli adenovirus - più la leptospirosi, - più la rabbia.

    Prima di ogni vaccinazione, i cani devono liberarsi dei vermi in 2 settimane.

    Una vaccinazione annuale completa per cani dovrebbe essere somministrata almeno fino a 5-8 anni, e in ogni caso, le vaccinazioni per i cani contro la rabbia e la leptospirosi dovrebbero essere fatte ogni anno per tutta la vita, dal momento che queste malattie sono mortali per l'uomo.

    Inoltre, se necessario, è possibile vaccinare separatamente i cani contro la tigna.

  • COSA È NECESSARIO SAPERE SENZA IL TUO PET
    https://vk.com/sherifaga?w=wall-114365605_418
  • 1 per la rabbia e altro per tempera, interita, adenovirus. (a volte il vaccino trivalente, pentavalente, ci sono diversi componenti contemporaneamente), ma la rabbia è meglio fare separatamente. Se il cane non è una piccola razza, allora è meglio fare la nostra vaccinazione antirabbica, piuttosto che quella importata.

  • è possibile 5 valenza lì tutto e oltre alla tempera e necessariamente dalle zecche

  • Vaccinazione di cani e gatti

    Megrabyan Diana Samvelovna
    veterinario

    La vaccinazione degli animali è un problema che vale la pena prestare attenzione ai proprietari non solo dei cani, ma anche dei gatti.

    Le malattie infettive più pericolose e comuni dei cani: peste carnivora, epatite, parvoviroz, leptospirosi, rabbia; gatti: rinotracheite virale, infezione da calcivirus, panleucopenia e rabbia. L'uomo è anche suscettibile a molte di queste malattie.

    Certamente, tutte queste malattie sono più facili da prevenire che curare. Tutte le informazioni sulle vaccinazioni effettuate sono inserite nel passaporto veterinario, che viene rilasciato dal veterinario, indicando il tipo di vaccino, la data della vaccinazione e il numero di registrazione nel registro delle vaccinazioni. Questo è particolarmente importante se si intende partecipare a mostre o pianificare di viaggiare con il proprio animale domestico nel paese o all'estero.

    Schema di vaccinazione
    I cuccioli vengono vaccinati per la prima volta all'età di 7-9 settimane con NobivacDHPPi - Lepto o Eurican DHRRI2 - I vaccini Lepto, poi 3-4 settimane (12-13 settimane) vengono potenziati con gli stessi vaccini con l'aggiunta di vaccino antirabbica (ad es. Nobivac DHPPI + Lepto + Rabbia o Eurican DHPPI + LR), la rivaccinazione in questo caso viene eseguita dopo 10 mesi (all'anno).

    I gattini vengono vaccinati per la prima volta all'età di 8-12 settimane con un vaccino polivalente, ad esempio, Nobivac Tricat o Leukorifelin, seguito da rivaccinazione dopo 3 settimane (12-13 settimane) con lo stesso vaccino con l'aggiunta di rabbia (ad esempio, Nobivac Tricat + Rabbia o Quadricat). La rivaccinazione ripetuta viene eseguita in 10 mesi (all'anno). Ad un'età più avanzata, vi è un alto livello di anticorpi materni, che i cuccioli e i gattini ricevono con il latte, pertanto la vaccinazione durante questo periodo è inefficace. L'unica eccezione è il vaccino Nobivac Puppy DP. Viene vaccinata con cuccioli a partire da 6 settimane di età se il contatto con l'infezione è inevitabile (trasporto di cuccioli, sviluppo irregolare di cuccioli di cucciolata). In questo caso, lo schema di vaccinazione cambia leggermente: la prima vaccinazione - Nobivac Puppy DP, poi dopo 3-4 settimane - Nobivac DHPPi + Nobivac Lepto, e di conseguenza dopo 4 settimane Nobivac DHPPi + Lepto + Rabies.

    Dopo un cambio di denti (nel caso di una situazione epizootica sfavorevole o su raccomandazione del veterinario), deve essere somministrato un vaccino polivalente, ad eccezione della rabbia.

    Quindi, cani e gatti vengono vaccinati ogni anno (12 mesi) e annualmente con un vaccino.

    L'immunità attiva si sviluppa non prima di 10 giorni dopo il momento della vaccinazione: durante questo periodo, è necessario monitorare attentamente che gli animali non diventino troppo freddi, non dovrebbero camminare con loro per strada, non è consigliabile lavarli.

    Se il contatto con un animale malato si è già verificato o la malattia si trova in uno stadio iniziale di sviluppo, possono essere utilizzati sieri iperimmuni.

    Il siero è anticorpi pronti per le malattie virali di cani e gatti; Fornisce l'immunità passiva per un periodo di 2 settimane.

    Regole di vaccinazione:
    1. Solo gli animali clinicamente sani possono essere vaccinati.

    2. 10 giorni prima della vaccinazione è necessario sverminare i vermi poiché i vermi emettono tossine che indeboliscono il sistema immunitario e rendono inefficace la vaccinazione. La sverminazione deve essere effettuata due volte l'anno, ma se esiste un alto rischio di morbilità (alimentazione con carne o frattaglie crude, pesce, cibo spazzatura o feci), la sverminazione dovrebbe avvenire 3-4 volte l'anno.

    Ad oggi, le farmacie veterinarie hanno un'ampia scelta di agenti antielmintici per animali che proteggono in modo affidabile dai vermi (ad esempio, drontal, tsestal, kanikantel, dironet, praziquantel, ecc.). Le compresse devono essere date rigorosamente dal peso dell'animale!

    3. La vaccinazione deve essere effettuata da un veterinario in clinica, dal momento che tali effetti negativi dei vaccini come varie reazioni allergiche, fino alle più gravi condizioni di anafilassi, non sono esclusi.

    Quali vaccinazioni fanno i cani ea quale età

    Acquistando un cucciolo, il proprietario si assume la responsabilità della piccola creatura. Perché un cane cresca sano, ha bisogno di una buona cura e di una corretta alimentazione. Ma, in aggiunta, nelle moderne condizioni di detenzione è quasi impossibile proteggere un animale da infezioni senza ricorrere alle vaccinazioni. Le vaccinazioni per cani nel nostro paese sono fatte su richiesta del proprietario. Pertanto, prima di ogni proprietario prima o poi c'è una domanda: quali vaccinazioni dovrebbe fare un cane? E a che età metterli? Dopotutto, è necessario proteggersi dalla malattia entro un certo periodo, altrimenti un vaccino somministrato in modo errato sarà inutile o addirittura pericoloso.

    Immediatamente, notiamo che non esiste un unico schema di vaccinazione per i cani. Ogni veterinario prende una decisione basata sulla valutazione del rischio della malattia per un determinato cane. Qui sono importanti le condizioni di vita dell'animale, i suoi contatti, lo stato di salute e il benessere dell'intera area per le malattie infettive.

    Su quali malattie si vaccinano i cani

    Quali sono le vaccinazioni più comuni cani fino ad un anno? Lo schema di vaccinazione standard raccomandato dagli specialisti veterinari comprende cinque malattie infettive.

    1. Rabbia. Una malattia comune a tutti gli animali a sangue caldo e agli esseri umani. Il trattamento della rabbia è inefficace e quasi il 100% delle persone infette muoiono. In ambienti urbani, cani e gatti sono i principali portatori del virus. Pertanto, la legislazione veterinaria richiede che tutti i cani di età superiore a tre mesi debbano essere vaccinati contro la rabbia.
    2. Peste carnivora Malattia altamente contagiosa, molto comune tra i cani. È difficile da trattare. Diventa spesso cronico, in cui il cane muore con segni di danno al sistema nervoso (convulsioni, convulsioni, paralisi).
    3. Enterite da parvovirus Questa malattia dei cani è comune anche ovunque, ha un alto tasso di mortalità. È caratterizzato da gravi danni a intestino, fegato e pancreas. L'infezione è molto pericolosa per cani di piccola taglia e cuccioli, perché a seguito di debilitante vomito e diarrea, si verifica rapidamente la disidratazione.
    4. Epatite virale Nei cani giovani, la malattia è spesso registrata in forma di fulmine e forme acute con un alto tasso di mortalità. Negli animali di età superiore a tre anni, l'infezione è per lo più cronica.
    5. Leptospirosi. Infezione batterica dei predatori domestici e selvatici, così come dei roditori. La leptospirosi viene trasmessa agli esseri umani. Questo colpisce il tratto gastrointestinale, i reni e il fegato, causando ittero.

    In alcune aree, le vaccinazioni annuali per i cani possono includere la vaccinazione contro la malattia di Lyme (borreliosi trasmessa dalle zecche), la piroplasmosi, le malattie fungine (trichophytia e microsporia) e l'enterite da coronavirus.

    A volte gli esperti raccomandano di vaccinare un animale da cani parainfluenzali. Questa infezione si verifica con segni di infiammazione delle prime vie respiratorie - un naso che cola, tosse. Di per sé, la malattia passa facilmente, ma può dare complicazioni sotto forma di polmonite. Pertanto, gli animali che sono tenuti in gruppo o che hanno condizioni di vita sfavorevoli vengono vaccinati per sicurezza.

    A che età cuccioli vaccinazioni

    I bambini sono svezzati, di solito a un mese di età o leggermente più grandi. In questo momento, sono ancora protetti dall'immunità materna, trasferiti da loro dal cane della madre. Fare immediatamente una riserva che la protezione riguardi solo le infezioni da cui è stata vaccinata la madre o che aveva avuto nel recente passato. Alcune malattie lasciano immunità per tutta la vita, ma la sua intensità è solitamente bassa e non viene trasmessa ai cuccioli nella misura necessaria.

    A che età è meglio vaccinare i cuccioli? L'età alla quale il cucciolo viene vaccinato per la prima volta dipende dai fattori di rischio e dal tempo che trascorre lontano dalla madre. Il fatto è che dopo circa tre o quattro settimane dopo lo svezzamento, il livello di anticorpi materni nel sangue del cucciolo diminuisce: a questa età, l'animale inizia a vaccinarsi contro la maggior parte delle malattie. La somministrazione anticipata del vaccino è indesiderabile, dal momento che il sistema immunitario del cucciolo non produce ancora i suoi anticorpi e offre una scarsa protezione. La vaccinazione a quattro settimane di età può essere eseguita se il rischio di infezione è alto. I veterinari raccomandano di risparmiare i vaccini dei cuccioli in questa situazione (ad esempio, Nobivac Puppy DP). Anche la vaccinazione a un'età avanzata per i cuccioli è cattiva, perché è necessario avere il tempo di cambiare i denti da latte.

    Di solito, la vaccinazione primaria viene eseguita in due riprese con un intervallo di 14 giorni. La maggior parte dei veterinari raccomanda l'uso di vaccini complessi contenenti antigeni di agenti patogeni di diverse infezioni. In questo caso, il calendario delle vaccinazioni dei cani per età è il seguente:

    • all'età di 8-10 settimane, il vaccino tetravalente contro la peste di enterite carnivora, parvovirus, epatite virale e leptospirosi;
    • a 11-13 settimane di età, ri-vaccinazione contro queste quattro malattie più un vaccino contro la rabbia.

    Cani adulti vaccinati

    I cani adulti si rivedono una volta all'anno. Inoltre, se l'animale non è stato vaccinato in precedenza o la sua storia di vaccinazioni è sconosciuta, la vaccinazione primaria viene effettuata immediatamente dopo l'acquisto del cane e la seconda vaccinazione viene somministrata tre o quattro settimane dopo quella primaria. Alcuni veterinari raccomandano di pre-esaminare il livello di anticorpi nel sangue, ma questa procedura è piuttosto costosa e non può essere eseguita in tutte le cliniche.

    Nel caso in cui il cane sia stato vaccinato in età da cucciolo, l'iniezione viene effettuata una volta ogni 12 mesi. Alcuni veterinari, nonostante le istruzioni per i vaccini, raccomandano di fare la rivaccinazione una volta ogni tre anni per ridurre il carico sul sistema immunitario.

    A che età vengono somministrate le vaccinazioni ai cani? Gli animali più anziani con una buona conta di sangue sono incoraggiati a vaccinare ogni tre anni. Ma per i cani adulti con cattive condizioni di salute (razze di grandi dimensioni di età superiore a sette anni e piccoli di età superiore a dieci), è consigliabile non effettuare alcuna vaccinazione, tranne che contro la rabbia.

    Di quali vaccinazioni hanno bisogno i cani ogni anno? Molto spesso ricorrono a vaccini complessi contro la peste di epatite virale, carnivora, enterite da parvovirus, leptospirosi e rabbia. Alcune vaccinazioni possono essere somministrate con un intervallo più lungo, ad esempio, il vaccino contro la rabbia NOBIVAC RABBIES prodotto dalla società olandese Intervet viene somministrato una volta ogni tre anni.

    Vaccinazione obbligatoria

    Come già notato, nel nostro paese esiste una legge sulla vaccinazione obbligatoria dei cani contro una sola malattia - la rabbia. Senza un marchio di vaccinazione in un passaporto fatto da un veterinario e un sigillo confermato, il cane non sarà rilasciato all'estero, non sarà permesso di partecipare a mostre e concorsi, non sarà preso in sovraesposizione. Alcune cliniche si rifiutano di trattare animali non vaccinati contro la rabbia. Non ci sono altre vaccinazioni richieste nel nostro paese. Quando si esporta un animale all'estero, è necessario chiarire le regole per l'importazione di cani alla parte ricevente. Ad esempio, nei paesi dell'UE e negli Stati Uniti è richiesta solo la vaccinazione contro la rabbia e il vaccino deve essere somministrato non prima di 30 giorni prima di attraversare il confine e non oltre 11 mesi.

    Panoramica sui vaccini e produttori

    I vaccini per cani sono prodotti da ditte straniere e nazionali. I principali produttori mondiali di vaccini per animali sono le seguenti società.

    Intervet, Olanda. Il nome commerciale dei vaccini per cani è Nobivac. Vengono prodotti sia farmaci monovalenti sia vaccini complessi:

    • Nobivac DHP;
    • Nobivac DHPPi;
    • "Nobivak KC";
    • Nobivac Lepto;
    • "Nobivak Puppy DP";
    • Nobivac Rabbia;
    • "Nobivak RL".
    • Eurican DHPPI2-L;
    • "Eurican DHPPI2-LR";
    • "Pirodog» (Pirodog);
    • "Geksadog» (Hexadog);
    • "Primodog» (Primodog);
    • "Rabizin» (Rabisin).

    Tra i produttori nazionali, vale la pena notare NPV Narvak, che produce un'ampia gamma di prodotti biologici per le serie di cani Multikan e Asterion, oltre a vaccini polivalenti contro quattro e cinque malattie prodotte da LLC Biocentr e ZAO NPViZTs Vetzverotsentr.

    In conclusione, sottolineiamo che la decisione sui tempi di vaccinazione e sui tipi di vaccino dovrebbe essere presa solo da uno specialista veterinario. Il cane deve prima essere esaminato e sverminato. In alcuni casi, potrebbe essere necessaria una ricerca aggiuntiva. E solo dopo si può fare un programma di vaccinazioni, tenendo conto delle caratteristiche individuali del cane e dei fattori di rischio nel suo ambiente.

    Di solito i cuccioli sono raccomandati per essere vaccinati due volte, con vaccini complessi per quattro o cinque malattie a discrezione del veterinario e con vaccinazione obbligatoria contro la rabbia. La vaccinazione viene somministrata all'età di 8-10 e 11-12 settimane. Quindi gli animali vengono rivaccinati ogni anno secondo le istruzioni per i preparativi.

    Vaccinazioni per cani: cosa fanno e quando?

    Foto da http://kto-chto-gde.ru

    Il tuo cane è un sogno di molti bambini e adulti. Pertanto, quando un animale domestico appare in famiglia, i proprietari pensano non solo a giocattoli e dolcetti, ma anche alla salute di un nuovo amico.

    Per prendere una decisione informata sul fatto di vaccinare il tuo cane, ti consigliamo di leggere il nostro articolo. Da esso imparerai: quali vaccinazioni e perché e quando lo fanno ai cani, cosa non fare amici a quattro zampe dopo la vaccinazione, quanto tempo la quarantena dopo e molto altro ancora.

    Cos'è un vaccino e come funziona

    Fin dall'inizio vogliamo notare che non esiste un singolo programma di vaccinazione per un cane. Il veterinario accetta il piano di vaccinazione finale, in base a diversi fattori: le condizioni di vita dell'animale domestico, i suoi contatti con altri animali e persone, lo stato generale dell'immunità, la situazione ecologica della regione per le malattie infettive e l'assenza o la presenza di rabbia.

    "Iniezione", che intendiamo quando parliamo di salute del cane, significa un vaccino speciale che protegge l'immunità dell'animale dalle malattie. I loro cani vengono somministrati in tempo.

    Il vaccino aiuta a creare l'immunità artificiale a determinate infezioni e malattie nel corpo di un amico a quattro zampe.

    A causa dell'infezione indebolita introdotta nel corpo, sarà in grado di riconoscerla in futuro e sviluppare la protezione con l'aiuto di cellule speciali, che impediranno la malattia.

    Com'è l'immunità dei cani

    Se vaccinare il tuo animale domestico - oggi in Russia questa domanda è decisa solo dal proprietario dell'animale domestico. Ci sono casi in cui un cane senza vaccinazione ha soddisfatto i suoi proprietari con buona salute per molti anni, e a volte un cucciolo di cinque mesi muore improvvisamente da un'infezione sconosciuta.
    I cani, come altri animali a sangue caldo, hanno due tipi di immunità: ereditati (ciò è dovuto a caratteristiche genetiche) e acquisiti.

    L'immunità ereditaria è considerata più resistente perché si sviluppa nell'ambiente naturale e viene trasmessa di generazione in generazione.

    La protezione acquisita può essere formata in un animale domestico in due modi: a causa di una precedente infezione o come conseguenza della vaccinazione. Tale protezione conferisce ai cuccioli resistenza attiva alle malattie per un periodo compreso tra quindici giorni e diversi anni. Per questo motivo, se si visita in anticipo il veterinario, non vi sarà alcun pericolo per la sua salute da tutti i tipi di malattie e infezioni.

    Tipi di vaccinazione per cani: messi o no

    Foto da http://vetklinikaspb.ru

    Nella medicina veterinaria, sono noti due tipi di vaccini: vivo, attenuato e non vivente. Quest'ultimo non può causare malessere anche nei cani malati, per questo motivo un tale intervento è considerato sicuro. Ma la protezione dell'immunità non è molto duratura e robusta, il che non si può dire di un vaccino vivo.

    Pertanto, i vaccini con microrganismi attivi sono i più preferiti, ma sono possibili solo in animali completamente sani.

    I vaccini si distinguono per il numero di antigeni usati. Quindi, ci sono singoli vaccini (creano protezione solo contro un agente patogeno) e vaccini complessi (diversi agenti patogeni già trasportati al loro interno).

    I cani sono protetti dalla rabbia da monovaccine.

    Quali vaccinazioni fanno i cani

    La domanda su quali vaccinazioni un cane ha bisogno ogni anno e se è necessario farlo annualmente, e anche se c'è una lista di vaccini che i cani fanno ogni anno, preoccupa molti proprietari di membri della famiglia a quattro zampe. Presentiamo un programma tipico di vaccinazione, che contiene 5 malattie.

    • Dalla rabbia Questa malattia colpisce tutti gli animali a sangue caldo, compresi gli esseri umani. Non ha senso trattare la rabbia: quasi il 100% degli individui colpiti da questa malattia muore. Nelle condizioni della città, cani e gatti sono le principali fonti e distributori del virus. Per questo motivo, la legislazione veterinaria richiede che tutti i cuccioli che hanno raggiunto l'età di tre mesi debbano ricevere un vaccino contro questa terribile infezione.
    • Dalla piaga dei carnivori. Questa infezione è una malattia incredibilmente contagiosa, estremamente comune tra gli amici a quattro zampe. È difficile da curare e spesso si trasforma in una forma cronica, a causa della quale l'animale muore, soffre di attacchi di convulsioni e paralisi, a causa di danni al sistema nervoso.
    • Da enterite da parovirus. Tale infezione è diffusa ovunque e ha la più alta percentuale di decessi. È caratterizzato da una malattia del tratto intestinale, fegato e pancreas. La malattia è particolarmente dannosa per i piccoli amici di un uomo e dei cuccioli, a causa della debilitante nausea e della diarrea, dopo di che la disidratazione si manifesta rapidamente.
    • Da epatite virale. Nei cuccioli, questa infezione è diagnosticata in forma acuta con una percentuale estremamente elevata di morte. Negli animali domestici che hanno varcato la soglia dei tre anni, questa malattia è solitamente registrata in forma cronica.
    • Dalla leptospirosi. L'infezione con questo nome misterioso colpisce sia gli animali domestici che i predatori liberi. Le persone possono essere infettate da leptospirosi. Durante la malattia, lo stomaco, il fegato e i reni sono danneggiati - tutto ciò dà slancio allo sviluppo dell'ittero.
    • Dall'infezione da coronavirus. L'infezione di questo tipo danneggia la mucosa dell'intestino tenue. La malattia passa senza sintomi e non reca danno grave.
      Il vaccino per questa infezione non è previsto nel programma di vaccinazione standard. Ma se il proprietario dell'animale desidera vaccinarsi a causa dell'alto rischio di infezione da enterite da parvovirus (queste infezioni peggiorano il decorso della malattia), il veterinario può fare un'iniezione.
    • Dalla parainfluenza. Questa malattia colpisce il tratto respiratorio superiore - compaiono infiammazione, tosse e naso che cola. L'infezione stessa è tollerata relativamente facilmente, ma possono esserci conseguenze spiacevoli sotto forma di polmonite. Per questo motivo, i cani che vivono in gruppo o sono tenuti in condizioni avverse vengono vaccinati per la rete di sicurezza.

    Questo è l'elenco più dettagliato di quali vaccinazioni oggi mettono i cani.

    A volte nelle regioni nelle iniezioni annuali, includono la vaccinazione contro la borreliosi trasmessa dalle zecche (malattia di Lyme), varie malattie fungine (trichophytosis e micropsia) e piroplasmosi.

    Di solito, dopo l'iniezione, il vaccino deve diffondersi attraverso il corpo dell'animale stesso e passare senza lasciare traccia. Ma perché allora il cane ha avuto un nodulo sul garrese dopo la vaccinazione?

    Potrebbe apparire per diversi motivi:

    • La soluzione è stata iniettata troppo velocemente e non ha avuto il tempo di diffondersi nel corpo, ma ha formato un sigillo.
    • È possibile che il veterinario abbia usato un ago troppo corto, a causa delle sue dimensioni, il vaccino cadeva nello strato di grasso sottocutaneo della pelle e semplicemente non poteva disperdersi in altri tessuti.
    • L'aspetto dei dossi è influenzato anche dalla qualità del vaccino stesso, dalla sua struttura, dalla sua temperatura e molto altro.
    • Se un vaso sanguigno è stato toccato durante la procedura, il nodulo potrebbe essere un semplice livido.

    Il gonfiore al garrese dopo l'iniezione non deve spaventare il proprietario dell'amico a quattro zampe. Ma se ha iniziato ad aumentare drasticamente in volume, gli scarichi purulenti appaiono da lei o l'animale domestico è apatico e si rifiuta di mangiare per più di tre giorni - si dovrebbe contattare immediatamente uno specialista.

    Vaccinazioni per cani per età

    Un cucciolo viene preso dalla madre un mese o poco più tardi. Quindi sono anche protetti dall'immunità materna, trasmessa dal cane - madre.

    Si noti che il sistema immunitario agirà solo su quelle infezioni da cui è stato vaccinato il corpo della madre o con cui era stata ammalata di recente. C'è una malattia che lascia protezione per la vita, ma la loro intensità non è molto forte e non proteggerà il bambino al massimo.

    Quando vaccinare i cani è una domanda ambigua. Dopo tutto, l'età della prima procedura del bambino dipende dalla massa dei fattori di rischio e dal momento in cui è stata prelevata dalla madre: circa 3-4 settimane dopo lo svezzamento, il livello degli anticorpi della madre è notevolmente ridotto nel sangue del cucciolo - quindi le prime vaccinazioni vengono somministrate al cane. Non è auspicabile introdurre un vaccino prima, perché l'immunità dell'animale non si è ancora adattata allo sviluppo dei propri anticorpi e non può ancora fornire una difesa forte.

    Le iniezioni a quattro settimane di età possono essere somministrate solo quando vi è il rischio di infezione o malattia. In questo caso si consiglia ai veterinari di vaccinare i cani risparmiando le iniezioni di "cuccioli". Non è consigliabile vaccinare i cuccioli in età avanzata, perché è necessario avere il tempo di cambiare i denti da latte.

    Quindi quante volte ricevo il cane vaccinato?

    Foto dal sito http://dad-master.ru

    Tradizionalmente i cuccioli vengono vaccinati dall'età di otto settimane. In questo caso, un'iniezione complessa viene eseguita in due mesi (da otto a dieci settimane), e dopo ventuno giorni segue la rivaccinazione. Allo stesso tempo, sono anche vaccinati contro la rabbia (età di undici - tredici settimane). Quando i denti del bambino finalmente passano alla radice, effettua un'iniezione complessa. Viene quindi rivaccinato annualmente con un vaccino polivalente e un'iniezione di rabbia monovalente.

    Se parliamo di quanto spesso vengono somministrate vaccinazioni ai cani, si può osservare che, dopo iniezioni programmate fino a un anno, la vaccinazione avviene ogni anno.

    I proprietari spesso chiedono: dove vengono somministrate le vaccinazioni ai cani? Gli animali domestici sono vaccinati nel garrese o nella coscia. Lì negli animali c'è un gran numero di vasi sanguigni.

    Iniezione per cani adulti

    Gli animali domestici a quattro zampe per adulti vengono vaccinati una volta all'anno. È importante che l'animale non sia stato vaccinato in precedenza. Se non si conosce nulla sulla vaccinazione di un animale, la prima iniezione deve essere effettuata immediatamente dopo l'acquisto e la rivaccinazione dovrebbe essere effettuata 3 o 4 settimane dopo la prima. A volte i veterinari consigliano di controllare innanzitutto il livello di anticorpi nel sangue, ma questa procedura è molto costosa e può essere praticata non in tutte le cliniche.

    Se l'animale è stato vaccinato all'età di un cucciolo, il vaccino viene messo una volta all'anno. Ma ci sono veterinari che, contrariamente alle istruzioni, sono invitati a ridurre l'onere sull'immunità per fare la rivaccinazione ogni 3 anni.

    Se vaccinare cani all'età

    I cani sono anziani, ma con buoni esami del sangue si consiglia di vaccinarli una volta ogni tre anni. Gli animali domestici dolorosi (specialmente quelli grandi che hanno varcato la soglia di sette anni) sono vaccinati meglio solo contro la rabbia.

    Vaccinazioni annuali per cani

    Foto dal sito http://4.bp.blogspot.com

    Abbiamo già detto che la rivaccinazione viene effettuata ogni anno. Quindi quali vaccinazioni dovrebbe fare un cane una volta all'anno?

    Di solito i veterinari usano vaccini complessi contro la peste di carnivori, rabbia, epatite virale e leptospirosi. Altri vaccini possono essere punteggiati e con una lunga pausa, come un colpo di rabbia di NOBIVAC RABBIES dalla società Intervet (viene utilizzato ogni 3 anni). Esistono altri farmaci per la vaccinazione dei cani, ma questo è il più attraente in termini di prezzo e qualità.

    Come preparare un cane per la vaccinazione

    La vaccinazione può essere effettuata solo con un cane assolutamente sano. Il vaccino non è una medicina e non può aiutare il cucciolo malato.

    Per proteggere il bambino il più possibile dagli effetti indesiderati della vaccinazione e per evitare complicazioni dopo la vaccinazione nei cani, è necessario seguire i seguenti suggerimenti.

    • Escludere il contatto con altri animali domestici per un periodo di quattordici giorni dalla data di somministrazione del vaccino.
    • Camminare dopo la procedura è meglio sul sito vicino alla casa, che è tenuto pulito e in ordine. Quanti giorni dopo la vaccinazione può essere permesso un cane fuori? Tradizionalmente, i veterinari sono invitati ad aspettare 2 settimane dopo l'ultima iniezione.
    • Tutte le settimane dopo la vaccinazione, i medici consigliano di misurare la temperatura corporea, prestare attenzione alle mucose e alle feci.
    • La procedura viene eseguita preferibilmente a stomaco vuoto, ma non dimenticare di dare al bambino l'acqua per dissetarsi. La vaccinazione, quando l'animale domestico soffre di una mancanza d'acqua può portare a tristi conseguenze
    • Anche a condizione che la vaccinazione sia programmata per la sera, è meglio dare il cibo per cani tre o quattro ore prima della partenza.
    • Dopo aver sverminato, i cani vengono vaccinati due settimane dopo la fine del trattamento per l'elmintiasi.
    • Le iniezioni a un membro della famiglia irsuto possono essere fatte solo da uno specialista esperto e certificato.
    • Leggi le recensioni sui siti, controlla con gli amici e solo dopo prendi un appuntamento con un particolare veterinario.
    • Scopri in anticipo l'elenco delle iniezioni necessarie di cui ha bisogno il tuo animale domestico.
    • Alcuni consigliano di invitare un medico a casa per ridurre lo stress.

    Non dimenticare che il benessere del bambino durante e dopo la vaccinazione può peggiorare anche a patto di seguire l'intera lista di consigli, perché andare dal veterinario e la vaccinazione stessa è una grande quantità di stress per il bambino. Questo è il motivo per cui, prima, dopo e durante la procedura, il tuo cucciolo ha bisogno soprattutto della tua assistenza e supporto.

    Nota che qualsiasi vaccino è un'invasione diretta dell'immunità del bambino. Per questo motivo, il suo corpo dopo la procedura è notevolmente indebolito e la sua protezione contro i virus è estremamente ridotta. Pertanto, nelle prime ventiquattro ore dopo la procedura, molte persone notano un'eccessiva tendenza al sonno, un leggero aumento della temperatura (non più di trentanove gradi), debolezza e occasionalmente nausea. Tuttavia, non fatevi prendere dal panico. Questa è una risposta adeguata del corpo a un intervento straniero: dimenticare l'allarme è solo dopo che i sintomi hanno iniziato a mostrarsi più luminosi in un altro e nei giorni successivi. Quindi è necessario chiamare con urgenza il veterinario e scoprire le raccomandazioni per ulteriori azioni, a seconda dei sintomi e delle deviazioni nella salute del bambino.

    Per riassumere

    Prima di qualsiasi procedura, devi assicurarti che il tuo animale sia completamente in salute. Assicurati di prestare attenzione al suo appetito e al suo comportamento. Non dimenticare quali vaccinazioni un cane ha bisogno ad una certa età, seguire il programma. Fai attenzione anche alle manifestazioni minori delle deviazioni, poiché questo può salvare il cane. E non dimenticare che non esiste un vaccino che dia protezione al cento per cento. Solo un'alimentazione di alta qualità, vitamine, una sufficiente attività fisica, la cura e l'amore infinito aiuteranno a garantire una vita lunga e felice per il tuo amico peloso.

    I primi vaccini cuccioli: vaccinazione di cani in tutte le regole

    I cani, non meno persone, sono suscettibili a varie malattie infettive e virali, quindi, portare un cucciolo in casa richiede un'attenta cura della sua salute. La vaccinazione dei cani è un prerequisito per una vita lunga e felice di un animale domestico, è pericoloso trascurare questa regola.

    Se un cane, avendo vissuto fino a tarda età, non ha mai avuto alcuna malattia nella sua vita, questo non significa che il resto degli animali avrà la stessa fortuna. A differenza dei cani adulti, il sistema immunitario dei cuccioli è ancora molto debole e nella maggior parte dei casi l'animale non è in grado di affrontare le malattie da solo. Ogni proprietario attento deve sapere da quale età e contro quali malattie i cuccioli dovrebbero essere vaccinati.

    contenuto:

    Il primo cucciolo di vaccinazioni

    Dal primo minuto di nascita, un cucciolo forma l'immunità materna (passiva), trasferita al neonato attraverso il colostro della madre. Durante i primi mesi di vita, tale immunità protegge il bambino da varie malattie, quindi non è possibile effettuare alcuna vaccinazione, altrimenti la reazione del corpo del cucciolo potrebbe essere imprevedibile.

    L'immunità materna protegge il corpo del bambino dalle malattie per 2-3 mesi, quindi il contenuto di antigeni nel sangue diminuisce e il cucciolo diventa suscettibile a molte infezioni.

    All'età di 2,5-3 mesi, i cuccioli ricevono la prima vaccinazione.

    La vaccinazione di un cucciolo dà la garanzia che l'animale non si sottoporrà a una malattia infettiva o virale o che patisca la malattia senza complicazioni. L'immunità, sviluppata dopo la vaccinazione, ha ricevuto il nome attivo o acquisito.

    A causa dell'azione del vaccino, nel sangue di un cucciolo, si producono anticorpi speciali, dannosi per i microrganismi patogeni. L'immunità attiva ha vari periodi di azione, da diverse settimane a diversi anni, e quindi è necessario vaccinare regolarmente un cucciolo.

    Da quale età e da quali infezioni è necessaria la vaccinazione

    Prima di vaccinare il cucciolo per la prima volta, è necessario accertarsi che l'animale sia completamente sano, indebolito o esaurito e che il corpo del bambino non reagisca bene al vaccino, con la conseguenza che l'animale potrebbe morire. Se non ci sono problemi con la salute del cane, il veterinario redige un programma di vaccinazioni animali.

    Secondo la tabella emessa dal medico, il proprietario del cucciolo saprà quando presentarsi per la vaccinazione e non mancherà una singola vaccinazione di un animale domestico a quattro zampe.

    L'ordine delle vaccinazioni nei cuccioli per età è il seguente:

    1. A 2,5-3 mesi di età, un cucciolo viene vaccinato contro l'enterite da parvovirus, tempera, epatite (virale), leptospirosi e parainfluenza. Dopo l'iniezione, l'animale è vietato di visitare la strada fino a quando non si formerà un'immunità stabile contro queste malattie (circa 2-3 settimane).

    2. A 3-3,5 mesi di età, si ripete la vaccinazione contro la peste di carnivori, leptospirosi, parvovirus, parainfluenza ed epatite virale. Dopo la seconda vaccinazione, si raccomanda di resistere a una quarantena di 2 settimane.

    Questa volta è anche adatto per la vaccinazione primaria contro la rabbia, ma alcuni proprietari di cuccioli preferiscono vaccinare un cane solo all'età di sei mesi. Tale deviazione dalle regole è consentita se l'animale non cammina per strada e non è in contatto con altri animali.

    3. Al raggiungimento di 6 o 7 mesi di vita, il cucciolo viene condotto contro la rabbia se il cane non è stato vaccinato in 3-3,5 mesi. Un'ulteriore vaccinazione contro una pericolosa malattia virale viene eseguita ogni anno per tutta la vita del cane.

    5. All'età di 1 anno, il cucciolo ha ancora bisogno di un'iniezione contro la leptospirosi, la cimurro, l'epatite virale, l'enterite e la parainfluenza. Non dobbiamo dimenticare la quarantena di 2 settimane dopo la vaccinazione.

    Aderendo a questo programma di vaccinazione, il proprietario dell'animale non può preoccuparsi della possibilità di infettare l'animale con gravi malattie.

    Quali malattie hanno bisogno di vaccinazione annuale

    Un cane adulto deve essere vaccinato ogni anno, ma se l'animale è stato preso da adulto e non ci sono dati sui vaccini che gli vengono somministrati, la vaccinazione viene effettuata il prima possibile (purché l'animale sia sano).

    La reintroduzione del vaccino in un cane adulto viene effettuata dopo 1 mese e poi secondo il programma (1 volta all'anno). Ci sono situazioni in cui un animale adulto è vaccinato, ma non è stato vaccinato di recente. La reintroduzione del vaccino può provocare gravi complicanze nel cane, quindi se un animale viene prelevato per strada, è meglio sottoporsi a un esame del sangue del cane per gli anticorpi.

    I veterinari raccomandano che i cani più anziani vengano vaccinati una volta ogni 3 anni, poiché qualsiasi vaccinazione rappresenta un grave onere per il corpo. Non è auspicabile vaccinare i cani anziani con malattie croniche, ad eccezione della vaccinazione antirabbica.

    I cani adulti sani vengono vaccinati ogni anno per le seguenti malattie:

    Enterite da parvovirus La malattia è diffusa e toglie la vita a molti cani. Il virus ha un effetto devastante sul fegato, sull'intestino e sul pancreas dell'animale. Il parvovirus è particolarmente pericoloso per i cuccioli, poiché porta rapidamente alla disidratazione e alla morte;

    Rabbia. Una terribile malattia virale di tutte le persone a sangue caldo, inclusi gli umani. Come risultato della malattia, il sistema nervoso centrale viene distrutto e si verifica una morte del 100%. La legislazione veterinaria di quasi tutti i paesi richiede da ogni proprietario di cani una vaccinazione annuale contro una malattia mortale;

    Parainfluenza. Caratterizzato da infiammazione delle prime vie respiratorie. Paragripp non rappresenta una minaccia mortale per l'animale, ma spesso termina con complicazioni sotto forma di polmonite, quindi l'opzione migliore per evitare l'infezione è la vaccinazione;

    Epatite virale in natura. Negli animali giovani, la malattia si presenta spesso sotto forma di fulmine e gli animali spesso muoiono, nei cani adulti la malattia si manifesta principalmente nella forma cronica;

    Peste carnivora Una malattia altamente contagiosa che è difficile da trattare. Nella maggior parte dei casi di infezione della pancia, l'amico a quattro zampe viene ucciso da un danno al sistema nervoso centrale;

    Adenovirus. Malattie infettive, accompagnate da un disturbo della funzione digestiva, tosse. La malattia è complicazioni pericolose come la disidratazione, lo sviluppo di polmonite;

    Leptospirosi. Malattie infettive di molti animali, così come degli umani. Accompagnato da una lesione degli organi digestivi, ittero.

    Coronavirus. Un'altra infezione virale che causa l'enterite negli animali.

    Regole generali per la vaccinazione e la preparazione della procedura

    I cuccioli e i bambini appena nati che non hanno raggiunto i 2 mesi di età non possono essere vaccinati, a causa dell'immunità ancora debole, per le altre categorie di età dei cani ci sono regole obbligatorie per la vaccinazione:

    1. 2 settimane prima della procedura proposta, il cane deve essere trattato per i vermi. Per il vermifugo si sono sviluppati molti farmaci efficaci adatti non solo agli adulti, ma anche ai cuccioli.

    2. Solo un animale sano viene vaccinato. Nel caso in cui l'amico a quattro zampe sia esausto o malato, la vaccinazione deve essere posticipata fino a quando l'animale non è completamente guarito.

    3. Suk inoculare 1 mese prima dell'estro o dell'accoppiamento.

    4. Il vaccino viene somministrato rigorosamente secondo le istruzioni e solo da uno specialista veterinario. Gli errori quando si vaccinano i cani possono finire in terribili conseguenze per la vita dell'animale.

    5. Dopo la procedura, è obbligatorio mantenere una quarantena di 2 settimane. L'animale domestico non può sovraccaricare, supercool, per conoscere altri parenti.

    6. Se la vaccinazione è programmata per la prima metà della giornata, è indesiderabile nutrire il cane. L'acqua è consentita in quantità illimitate.

    7. Se la vaccinazione è programmata per la seconda metà della giornata, l'animale domestico può nutrirsi un po ', ma a condizione che il cibo sia dietetico e leggero.

    8. Per molti animali, andare alla clinica veterinaria risulta essere molto stressante, che può influire negativamente sul corpo dopo l'introduzione del vaccino. Per risolvere questo problema è molto semplice, è sufficiente invitare il veterinario a casa.

    Il rispetto delle regole raccomandate di vaccinazione contribuisce alla formazione di un'immunità persistente nel cane e, quindi, alla protezione da malattie pericolose.

    Quando la vaccinazione non è consentita

    Prima che un animale sia vaccinato, deve essere mostrato a uno specialista esperto. Il medico esaminerà attentamente il cucciolo, misurerà la temperatura corporea e valuterà la salute generale dell'animale.

    La vaccinazione non viene eseguita se:

    • alla vigilia della ricezione il cane era in contatto con il paziente;
    • l'animale è letargico, rifiuta il cibo;
    • l'elaborazione di worm non è stata eseguita;
    • aumento della temperatura corporea, il naso è asciutto e caldo al tatto.

    La presenza di almeno una delle controindicazioni elencate sopra, vieta l'inoculazione di un animale, così come il proprietario del cane non lo vorrebbe.

    Effetti della vaccinazione

    Di solito, un animale perfettamente sano tollera le vaccinazioni senza complicazioni, ma a volte dopo la vaccinazione, possono verificarsi i seguenti effetti di natura allergica:

    1. Grave sbavando.
    2. Diarrea e vomito.
    3. Aumento della temperatura corporea.
    4. Pallore di mucose visibili.
    5. dispnea.
    6. arrossamento della pelle

    Se compaiono tali segni, è necessario contattare immediatamente la persona che ha effettuato la vaccinazione. Un metodo di trattamento di una reazione allergica è l'uso di un farmaco antistaminico.

    In alcuni casi, si può formare un sigillo nel sito di iniezione. Un piccolo nodulo non rappresenta un pericolo per l'animale e, di norma, si dissolve in breve tempo. Ma se il sigillo non funziona a lungo, è aumentato di volume e si è surriscaldato - questo è il motivo di un appello urgente a un medico. Questi sintomi indicano lo sviluppo del processo infiammatorio nel tessuto sottocutaneo e questa condizione richiede solo un intervento chirurgico.

    Varietà di vaccini

    I vaccini che proteggono gli animali da malattie infettive e virali sono divisi in 2 gruppi:

    Il primo - contribuisce a una forte immunità contro una particolare malattia e riduce il forte onere sul corpo dell'animale.

    I farmaci complessi (polivalenti) creano l'immunità da diverse malattie allo stesso tempo, poiché contengono un complesso di antigeni. I farmaci polivalenti eliminano la necessità di iniezioni multiple e riducono lo stress per l'animale. Sia quelli che altri tipi di vaccini hanno un effetto prolungato (di lunga durata).

    Panoramica dei vaccini popolari

    Al momento, esiste un numero piuttosto elevato di vaccini di vari produttori sul mercato. Considerare i più popolari.

    Nobivac

    Il produttore olandese di vaccini suggerisce l'uso di Nobivac per le vaccinazioni. Questo è un vaccino di alta qualità con un costo relativamente economico. Esistono diversi tipi di Nobivac.

    Nobivac DHPPI

    Protegge l'animale da malattie quali leptospirosi, parainfluenza, rabbia, piaga dei carnivori, epatite infettiva, enterite da parvovirus. Viene presentato ai cuccioli di età compresa tra 2,5 mesi e cani adulti. I cuccioli vengono vaccinati a 10 settimane, quindi dopo 1 mese, quindi ogni anno.

    Nobivac l

    Esclude l'infezione di cani con leptospirosi. Il farmaco viene somministrato ai cuccioli dai 2 mesi di età, quindi dopo 21 giorni, la procedura viene ripetuta di nuovo.

    Nobivac KC

    Previene lo sviluppo di bordetellosi e parainfluenza. Disponibile in sospensione per somministrazione orale. Adatto per cuccioli appena nati e femmine in gravidanza.

    Nobivac r

    Efficace contro la rabbia. Iniettato in un muscolo o sottocutaneo. Fornisce l'immunità stazionaria del cane dalla malattia per 3 anni.

    Nobivac rl

    Un farmaco complesso che previene l'infezione da rabbia e leptospirosi. Gli animali di età superiore ad un anno devono essere vaccinati con questo farmaco.

    Nobivac DHP

    Vaccino completo contro l'epatite (infettiva), piaga di enterite carnivora e parvovirus. Eseguito per cuccioli che hanno raggiunto i 2 mesi di età, rivaccinazione - dopo 21 giorni.

    Rabisin

    Il vaccino prodotto in Francia con un'azione monovalente, costituisce una forte reazione protettiva contro il virus della rabbia. Il farmaco è ben tollerato dagli animali, ma è incompatibile con altri vaccini. Il periodo di validità del vaccino è di 1 anno.

    Dipentavak

    Il farmaco è di origine nazionale. Rimedio polivalente contro adenovirosi, parvovirus, leptospirosi ed epatite infettiva.

    Biovak

    Vaccino vivo di produzione domestica. Ha diversi tipi:
    Biovac - L (leptospirosi);
    Biovac - D (piaga dei carnivori);
    Biovac - P (parvovirus);
    Biovac - DPA (cimurro, adenovirus, parvovirus, epatite infettiva);
    Biovac - PA (enterite da parvovirus, adenovirosi);
    Biovac - DPAL (peste, adenovirosi, parvovirus, leptospirosi).
    Allevare un cucciolo dovrebbe essere affrontato con ogni responsabilità. È importante non solo fornire all'animale passeggiate quotidiane, nutrizione di alta qualità, amore e cura, ma anche fare tutto il possibile affinché l'animale cresca sano. La vaccinazione tempestiva aiuterà il proprietario del cane a salvare il suo amico a quattro zampe dalla maggior parte delle malattie gravi e pericolose.

    American Pit Bull Terrier - caratteristiche e caratteristiche della razza

    Rottweiler - caratteristica, descrizione e standard di razza

  • Per Saperne Di Più Sui Cani

    Il mio cane da guardia

    Razza Blog cane - Il mio cane da guardiaAkita InuLa presenza di un cane in casa è sempre una grande felicità per bambini e adulti. Uno dei cani più calmi e devoti è la razza Akita Inu. Combina tutta l'armonia e la tranquillità della cultura giapponese.